Sbarcato ad Ajaccio, nel cuore pulsante della Corsica, il pittore Henri Matisse, appena trentenne, visse una sorta di epifania. Era la fine dell’800 e quello che sarebbe diventato uno dei massimi esponenti del Movimento del Fauvismo fece la conoscenza di luce e colori. Come mai prima. Matisse trovò un luccichio unico in Corsica. Era così che amava definirlo. Niente a che vedere con il nord est della Francia, dove era nato e cresciuto. O con altri luoghi.

viaggio in Corsica

>> CORSICA, ISOLA DI LUCE E COLORI

A ben guardare Ajaccio e la Corsica tutta sono un dipinto en trompe l’oeil a perdita d’occhio. E, ovvio, fortemente espressionista nei colori. 

Oltre al più famoso “Landscape – the pinkwall” furono circa una cinquantina i dipinti corsi di Matisse. In essi raffigurò diversi suggestivi angoli di Ajaccio e i suoi dintorni. Dal Quartier des Étrangers alla Route des Sanguinaries. Proprio là dove di fronte c’é lo spettacolo de le Iles Sanguinaires, 4 isolette rosse per l’intenso colore carminio delle rocce di porfido che le compongono.

viaggio in Corsica

>> CORSICA, COME ARRIVARE

Se si parte dalla Liguria, c’é la comodità dei traghetti da Genova a Bastia. Da qui ad Ajaccio poi il tragitto si aggira intorno alle tre ore. Ma quante cose belle da ammirare in between. A partire dalle case alte, tipicamente italiane, dei borghi che degradano verso la costa. Contaminazioni, testimonianze di appartenenze passate, e luce, tanta quanto non se ne può immaginare.

Viaggio in Corsica

La Île de Beauté corsa si estende per una lunghezza di 183km, da Capo Corso a Capo Pertusato. Ed è percorsa trasversalmente da una dorsale montuosa che raggiunge il picco massimo di 2607mt con il Monte Cinta. A questa aspra conformazione orografica fa il controcanto un perimetro costiero di circa 1200km. Di cui 300km sono costituiti da meravigliose e invitanti spiagge.

>> CORSICA IN MOTO

Il mio sogno è tornare in Corsica in sella a una moto. Non c’è nulla di più inebriante dei profumi che ti avvolgono mentre vai con il vento. La folta vegetazione, i profili spigolosi delle montagne, il ginepro, il mirto, il corbezzolo. Profumi e atmosfere. Il contatto con la natura che è potente qui in Corsica. Totalizzante quasi, e che reclama la sua presenza riemergendo ad ogni tornante percorso. E poi fermarsi sul belvedere, scattare foto, immortalare ricordi, senza fretta, assaporando ogni singolo istante.

>> CORSICA PER UNA VACANZA IN QUOTA

C’è così tanto da fare qui in Corsica, terra dei colori. Se sei tipo da vacanza sportiva sono moltissimi i sentieri percorribili. Con difficoltà e dislivelli alla portata di tutti, adulti e bambini.

viaggio in Corsica

Lungo il Parco Naturale della Corsica corre per circa 200 km il sentiero escursionistico Grande Randonnée 20. Percorso che unisce Calenzana a Conca, sulla costa sud-orientale dell’isola. Può richiedere fino a due settimane di cammino, a seconda di quanto si è allenati, frazionabili in tappe da rifugio a rifugio.

>> CORSICA E FOOD

Ma la Corsica è anche cibo, sapori, buon vino. L’offerta è, anche in questo, davvero notevole. I salumi, sinceri e ruspanti. Il cinghiale in casseruola, l’agnello, il fiadone a base di brocciu, gli stufati. E poi pesce, ostriche, gamberi, triglie. Non mancano ristoranti stellati per soddisfare raffinati palati gourmet. Del resto corsa è anche l’esclusivissima Isola di Cavallo, placidamente adagiata nelle Bocche di Bonifacio, a distanza di un bacio dalla Sardegna.

viaggio in Corsica

Settembre, poi, è un mese ideale per partire alla scoperta di questa meravigliosa isola. Ci stai facendo un pensierino? Puoi trovare qui tante altre informazioni, un’utile infografica e possibili itinerari per organizzare il tuo viaggio.

Bon voyage à tous et à très bien tôt ! 

 

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *