Gli uomini, si sa, sono meno complicati di noi donne. Il buon Dio, nel togliere una costola ad Adamo per fare Eva, deve averne verosimilmente rimosso anche quei due giga di memoria dove si archiviano retropensieri, sfumature, ansie, dettagli, date e anniversari. Insomma tutte quelle cose per cui noi femmine viviamo e respiriamo. E di cui, per converso, ai maschi non interessa assolutamente nulla o poco meno di nulla.

come rendere felice un uomo

Ciò premesso, vien da sé che fare felice un uomo, nella quotidianità di un rapporto, è relativamente semplice. Se un uomo dice A è A, non è A con il resto di B e la possibilità, in prospettiva, di C. Non c’è quindi da farsi tante paranoie. E, a maggior ragione, se ti sembra che la routine e le piccole discussioni di tutti i giorni stiano alla lunga appannando il rapporto, non c’è troppo da farne un dramma.

I rapporti di coppia sono un po’ un’alchimia da tenere in piedi con pazienza, costanza e una buona dose di ironia. È molto più produttivo un breve sorriso di comprensione che un lungo broncio di punizione, fidati.

come rendere felice un uomo

Da questa ferma convinzione nasce questo mini-manuale che io definisco semi-serio. Semi-serio perché non ha alcuna pretesa di scientificità, ovvio. Ma che, vedrai, se applicato almeno in parte, nel medio periodo darà qualche buon risultato. E no, il sesso non c’entra. Quello evidentemente è un capitolo a parte. Si tratta invece di 5 piccoli, semplici gesti di quotidianità che il tuo lui apprezzerà senz’altro. Iniziamo?

Come rendere felice un uomo: LA GOLA

120gr di aglio, olio e peperoncino, non 80, neanche 90. Ma 120 puliti e senza sconti. Ha avuto una giornata difficile? La squadra del cuore ha perso in casa? Il capo gli ha rimbalzato la richiesta di ferie? La risposta è semplice, immediata, low cost. Carboidrato e felicità vanno a braccetto, non lo sapevi? Prova e mi dirai.

Come rendere felice un uomo: LA (S)VISTA

Calzini desaparecidos. È un grande classico di matrimoni e convivenze di breve, medio e lungo periodo. Superata la fase honeymoon si apre il capitolo, anzi il cassetto pedalini-mutande-maglie-della-salute. Questi sconosciuti.

– Amò, che hai visto i miei calzini puliti? Non li trovo. 

Tu sai benissimo che sono nello stesso, medesimo ed uguale posto da anni, ma lui puntualmente, pur avendoceli sotto gli occhi, non li trova. Cosa fare? La pancia dice vaffa, il cervello, che sta una spanna sopra il cuore, consiglia: respira, conta fino a 10 e rispondi così.

Amore li trovi nel secondo cassetto, angolino di destra, mobile centrale, camera da letto. Non mi sembra di averli spostati ma potrei sbagliare. Trovati? 

That’s the way. Alla fine cosa ti costa?

Come rendere felice un uomo: IL TATTO

Scenario: cena da sua madre. Se da fidanzate era un traguardo non da poco essere invitate a casa dei suoi, una roba da rivendersi con le amiche single per farle rodere di invidia, da sposati cambia tutto. Quelle cene noiosamente interminabili da 4 portate ti toccano e non puoi sottrarti neanche ricorrendo a emicranie di emergenza. Quando poi la suocera in questione cucina da schifo, dalla noia si passa all’incubo. Se nella minestra vedi galleggiare iceberg che ne tradiscono l’origine da banco surgelati, e la cuoca invece si adopera nella descrizione di una lunga preparazione home made…la soluzione è TATTO. E BON TON. Non denigrare, ma loda. A te costa poco, al figlio dell’interessata, cioè il tuo uomo, farà piacere. Le bugie bianche non hanno mai fatto male a nessuno, ma hanno salvato molti matrimoni.

Come rendere felice un uomo: GLI AMICI

Capitolo spinoso, i suoi amici. Anzi, peggio, i suoi amici single. Se non vuoi ritrovarteli a bivaccare per casa a ogni incontro del campionato, tappa del giro d’Italia, incontro di boxe oltre-oceanico la soluzione c’è. Stimola il tuo lui a uscire con loro, non tutte le sere, è chiaro, ma almeno una volta alla settimana. Se sei gelosa marcia, fattene una ragione. I rapporti più solidi sono quelli in cui ciascuno conserva i propri spazi di individualità. E poi, ovviamente, fai altrettanto con le tue amiche. E lui non potrà avere nulla da ridire.

Come rendere felice un uomo: CONDIVISIONE

Non c’è bisogno di condividere tutto. Siamo in coppia, vero, ma non siamo una coppia di gemelli siamesi. Al ristorante ad esempio non pretendere che il tuo uomo ti ceda, scambiandola con la tua, metà della sua pizza. Se ha ordinato la quattro stagioni con formaggio doppio e uovo alla Bismarck on top probabilmente vuole gustarsela fino all’ultimo boccone. Se ti chiedesse indietro metà della tua torta al cioccolato con tripla panna scambiandola col fondo del suo sgroppino a te non roderebbe?

come rendere felice un uomo

E tu, hai altri piccoli gesti che fai quotidianamente per rendere felice il tuo lui? Raccontami tutto nei commenti o, se vuoi, sui social. Sono curiosissima di sapere. 🙂

**All pics are from HBO.com

 

2 comments on “Coppia, come rendere felice un uomo in 5 (facili) mosse”

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *