Si fa presto a dire BIO. Ma come coltivare un orto biologico?

come coltivare un orto biologico

Cibo Biologico. Lo cerchiamo sempre più spesso tra gli scaffali del supermercato. É vero, costa un po’ di più del cibo “normale” ma offre numerosi benefici. Per la nostra salute innanzitutto. Leggevo su Riza.it che gli alimenti biologici, avendo un’origine naturale e non intaccata dalla chimica, fanno molto bene al nostro organismo. Rinforzandone, tra le altre cose, il metabolismo e le difese immunitarie. E poi l’agricoltura biologica, lo sappiamo, fa davvero molto bene all’ambiente. Ne rispetta e valorizza, infatti, equilibri e produttività.

É bio e fa bene.

E allora via senza riserve a tutto ciò che é bio. Ai prodotti biologici di brand certificati acquistati al super o nei negozi specializzati, certo. Ma vuoi mettere la soddisfazione di coltivare ortaggi biologici autonomamente? Sul terrazzo di casa o in un angolo del nostro giardino. Altro che km zero!

Ma come si fa a coltivare piselli, lattughe, fragole 100% bio?

come coltivare un orto biologico

Mettendoci tanta passione, armandosi di santa pazienza e applicando qualche buona dritta che vado a raccontarti.

Ricordi il post su come fare un piccolo orto sacrificando un fazzoletto del giardino di casa? Sono ritornata “sul luogo del delitto”. E mi sono fatta spiegare da Olly, la prof in pensione dal pollice green, come si coltiva un orto biologico.

Coltivare l’orto biologico con l’aiuto degli insetti amici.

Olly mi spiega che ottenere un orto che sia bio al 100%, con zero pesticidi e zero diserbanti, non è proprio una passeggiata.

come coltivare un orto biologico

Mi racconta di avere ingaggiato una non facile battaglia con parassiti e erbacce infestanti. E di come la soluzione alla loro presenza indesiderata le sia arrivata non dalla chimica, ma dalla natura stessa. Con una task force di insetti “amici”, innanzitutto.

Olly non ha dovuto fare altro che attirare sul sui piccolo fazzoletto di terra i cosiddetti insetti utili, gli entomofagi. Questi insetti si nutrono degli altri insetti parassiti infestanti, distruttori dei raccolti.

come coltivare un orto biologico

Quindi i suoi alleati in questa battaglia biologica sono coccinelle, api e sirfidi. Al fine di attirarli è buona prassi mettere a dimora nell’orto le piante aromatiche e i fiori adatti. Coriandolo, timo, salvia ma anche calendula, tarassaco, geranio, fiordaliso. Piante che con i loro odori penetranti e colori vivaci fanno da polo di attrazione di tanti piccoli amici dell’orto. Utili non solo nella lotta ai parassiti ma anche per l’impollinazione.

Si, perché altrettanto importante per l’orto é la presenza degli insetti impollinatori, Ovvero quelli che fecondano i fiori da cui si sviluppano i frutti. Accoglierli nel nostro spazio verde risulta utile parimenti agli insetti predatori che invece ci aiutano a combattere le infestazioni. I principali impollinatori sono api e farfalle.

Altri rimedi naturali contro i parassiti infestanti dell’orto sono gli infusi. A base di aglio, peperoncino o cannella. Preparazioni casalinghe da nebulizzare direttamente sui fusti aggrediti dai pidocchi con cadenza periodica.

Ma di questi ultimi Olly ha sentito parlare senza avere avuto modo di testarne ancora l’efficacia. I suoi lattughini bio teneri e saporiti che vanno a ruba tra le vicine di casa, per il momento, hanno beneficiato del lavoro dei soli insetti amici. 🙂

Tanta fatica ripagata, quindi. Ma che sapore hanno gli ortaggi di un orto bio curato con le proprie mani, Olly?

Il sapore delle verdure di una volta. Infatti, mio figlio, abituato a quelle del supermercato, si lamenta che sanno troppo di verdura“.

E tu hai mai pensato di realizzare una piccola coltivazione bio? Raccontami la tua esperienza nei commenti!

 

2 comments on Si fa presto a dire BIO. Ma come coltivare un orto biologico?

  1. Gloria
    6 maggio 2017 at 21:05 (3 mesi ago)

    Davvero ingegnosa madre natura! Interessante l’articolo. Io coltivo lattughe in vaso sul terrazzo di casa. È un inizio ma mi da belle soddisfazioni

    Rispondi
    • MissMessyLug
      6 maggio 2017 at 21:09 (3 mesi ago)

      Grazie per avermi raccontato la tua esperienza Gloria, continueremo a interrogare la prof Olly per avere tutte le dritte per coltivare al meglio i nostri piccoli orti. Alla prossima puntata allora!

      Rispondi

Leave a Reply

Your email address will not be published. Required fields are marked *

Comment *